Badante a ore o convivente

Badante a ore o convivente 2018-09-23T18:17:01+00:00

Abbiamo introdotto, per la provincia di Belluno e nel territorio delle Dolomiti, un servizio di badante convivente, specificatamente formate o referenziate per dare la giusta assistenza agli anziani bisognosi. Questo servizio permette alla famiglia di non dover pensare più a nulla: sarà gestita tutta la parte burocratica per l’assunzione e la messa in regola della badante, con un prezzo concorrenziale.

Come funziona

  • La famiglia ci può contattare telefonicamente o personalmente presso la nostra sede di Feltre, a scelta possiamo incontrarci nei nostri uffici o direttamente a casa della persona da assistere.
  • Attiviamo sempre assieme alla famiglia dopo aver ricevuto la richiesta del servizio, un “piano d’azione familiare” per accertarci di avere le giuste informazioni, che servono a superare eventuali problematiche nello svolgimento del lavoro da parte delle Assistenti incaricate.
  • La badante che svolgerà il servizio all’ assistito, sarà assicurata e con regolare contratto di assunzione a norma di legge con riferimento al CCNL.

Domande frequenti Chiedi un preventivo Lavora con noi Contattaci

Compiti svolti

  • Assistenza, compagnia e sorveglianza dell’assistito
  • Preparazione dei pasti
  • Aiuto durante la deambulazione
  • Riordino della casa
  • Svolgimento di piccole commissioni

Sempre in accordo con la famiglia e con delega della stessa, verranno garantiti ulteriori servizi come il coordinamento del personale somministrato, il controllo sul lavoro svolto, la sostituzione gratuita della persona nel caso di ferie, malattia o per altri motivi, eventuale sostituzione solo se richiesta, anche per i periodi di riposo.

Nessuna preoccupazione e nessuna perdita di tempo relativamente alla parte burocratica, in quanto ci occuperemo di tutto, questo vuol dire non avere alcun problema di carattere fiscale o amministrativo, legato alla regolarizzazione ed assunzione della badante: questo punto è molto delicato e tra i più problematici in Italia. Per regolarizzare ed assumere le badanti, infatti, la famiglia deve attenersi ad una precisa procedura stabilita dalle leggi, in base al paese di origine della badante (cioè il lavoratore) a seconda che provenga da Paesi dell’Unione Europea o da Paesi Extra Comunitari.

In cosa consiste questa procedura:

  • effettuare tutta una serie di comunicazioni al Centro per l’Impiego, all’INAIL, alla Questura ed all’INPS per il versamento dei contributi; il fornire entro 30 giorni alla badante una lettera in cui sono evidenziati gli elementi del rapporto di lavoro;
  • garantire una retribuzione minima prevista dai contratti collettivi con relativa busta paga, una tredicesima mensilità ed i 26 giorni di ferie previsti dalla legge, e una volta concluso il rapportodi di lavoro, nel dare la liquidazione o TFR.

Con l’ organizzazione del nostro servizio invece, la famiglia avrà il solo onere di pagare mensilmente una retta e null’altro.
Nessuna preoccupazione neanche per l’attivazione o disattivazione del servizio che non ha costi e l’eventuale preavviso di disdetta è di pochi giorni.